Giorno della Vittoria - Reggimento Immortale - Roma - 05.05.2018

Per il terzo anno consecutivo a Roma si organizzano i processioni in onore del Giorno della Vittoria nella Grande Guerra Patriottica. Secondo il coordinatore del Reggimento Immortale del Mondo in Italia Irina Marchenko ogni volta che le persone stanno diventando sempre di più, secondo stime prudenti, circa 150 persone hanno partecipato in questo anno. I rappresentanti di tutti i paesi, alleati nel periodo della Seconda Guerra Mondialele ui ambasciate sono a Roma, sono stati invitati di unirsi a noi.

Prima dell'inizio della manifestazione come una tradizione già consolidata, sono stati distribuiti centinaia di nastri St. George e spille del Reggimento, eseguita l'azione "Iscrivi nell'reggimento il nonno", in cui le persone lasciano i loro commenti e le richieste per trovare i parenti mancanti. Purtroppo nessuno dei partecipanti alle terribili errori della storia non sarà possibile abbraccarlo come ora.

I cittadini dei paesi dell'ex Unione Sovietica - russi, ucraini, bielorussi, kirghisi, tatari e baschiri, moldavi, uzbeki, tagiki, lettoni, ebrei, caraimi, e molti altri, sono uniti sotto la bandiera della vittoria, reggimento Immortale, la Russia ed i loro paesi sono stati tenuti in il cuore di Roma è il Castello dell'Santo Angelo .

E 'stato molto bello e inaspettato di vedere i rappresentanti i giovani,provenienti da Tunisia, Congo, i paesi dell'Asia presso l'Università "La Sapienza",ed anche gli studenti provenienti da altre università che studiano lingua russa a Roma.

Nonostante la forte pioggia, nessuno è andato via e non si ha nascosto...Con i suoni del Inno della Russia, e poi la canzone "Giorno della Vittoria", "I russi vogliono la guerra?..." la colonna si avviata intorno al castello Sant Angelo.

Pesante bandiera della Vittoria in veluto, la copia di quella mesa sul Reichstag nel 1945, la bandiera dell'Ordine 150 ° Kutuzov II Grado Idritsa divisione di fanteria, orgogliosamente portato davanti alla colonna e al suo interno sono stati riempiti con una varietà di bandiere: l'Unione Sovietica, il tricolore russo, la Marina russa e il gigantesco Nastro di SanGiorgio, bandiera DNR e un altro tricolore - la Repubblica italiana - e, naturalmente,non poteva mancare la bandiera dell'Reggimento Immortale stesso.

Numerosi i turisti provenienti dalla Russia sono uniti la nostra processione, cantavano canzoni degli anni di guerra, e si rallegrarono nel cuore di Roma, fossero a casa propria.

E dalla folla ora e poi si è sentito: "Solo i russi possono essere sotto la pioggia, inzuppati , divertendo, marciando con una bandiera in una mano e un ritratto - in un altra, allegramente e rumorosamente cantare la canzone ..."

E come non ricordare che fosse Putin che si trovava 22 Giugno 2017, senza ombrello, e senza un cappello, un acquazzone presso la Tomba del Milite Ignoto in Alexander Garden - involontariamente nella memoria dell'immagine ad orbitare allora il mondo intero.

Dopo la marcia reggimento è stato organizzato da un piccolo manifestazione, in cui la gente comune che vive in Italia, raccontato storie dei loro eroi, condividere i ricordi con gli amici. Tra noi erano gli eredi di persone che hanno vissuto l'assedio di Leningrado - Olga Glushchenko, che ha parlato di sua madre, l'intero L'assedio di Leningrado di lavorare in una fabbrica per la produzione di missili.

Nipote del Eroe dell'Unione Sovietica Joseph Bumagin Mosè Abramovich Bumagin ha parlato di suo nonno, morto eroicamente, rendendo la prodezza di Alessandro Matrosov in Breslav, dove e la sua tomba.

Nipote del scomparso Mazhitova Gaynullovicha Ibrahim ha detto circa la ricerca condotta, e di recente avuto un successo, si e ottenute una risposta da parte del gruppo di ricerca "Livny scudo".

Coordinatore dell Reggimento Immortale in Italia ha parlato della conferenza di Ginevra il 2 marzo 2018 "La lotta contro la glorificazione del nazismo e del neonazismo", il tema principale era quello di preservare la memoria dei soldati sovietici. Ora piu che mai - la necessità di ampliare il movimento Immortale mondiale, al fine di attirare nelle nostre file tutti coloro che vogliono preservare la memoria di questa Vittoria, utilizzando nuove risorse per la ricerca per i soldati ignoti e le loro ricompense. Dal nome dello staff ha ringraziato i partecipanti attivi e gli organizzatori di questa manifestazione a Roma.

I bambini leggono la poesia, gli italiani hanno espresso la loro ammirazione per la forza dello spirito russo, che non ha mai rotto nessuno. Dopo la marcia, cantando canzoni con una chitarra, e, infine, consegnato il pane nero e versato famosi di "100 grammi"... Il nostro reggimento Immortale sarà sempre con noi e ci sarà sempre ricordare: "Grazie al Nonno per la vittoria".

Immortal Regiment of the World - Бессмертный полк мира