Giornata dell’Unita’ nazionale 05.11.2015 - Napoli

5 novembre - la Giornata dell’Unita’ nazionale. Una data che risale al lontano 1612, quando, dopo i lunghi anni dei Torbidi, i russi riuscirono a trovare la via dell’unita’ per difendere la sovranita’ del paese minacciata dagli invasori stranieri.

Russia ha un enorme territorio dal Artico e il Pacifico al Mar Nero e Caspio. Si tratta di uno straordinario esempio di unità delle nazioni.

Diversi gruppi etnici che vivono nella zona confinante con Europa e Asia, hanno rappresentato per l'identità storica e culturale della Russia. La base della formazione dello stato russo erano ugro-finnica, slavo orientale, Baltico e le altre piccole nazioni di tutti, secondo le cronache, - più di 20 nomi. Per secoli lo Stato russo ha ampliato i suoi confini a scapito delle regioni di confine, la cui popolazione entrò a far parte del popolo russo.

La Russia è sempre stata non solo popolata, ma anche uno stato multietnico. Il paese è costantemente vivono più di 145 milioni.

Secondo l'ultimo censimento della popolazione della Federazione russa, svoltasi nel 2010, nel territorio sono presenti piu di 195 nazioni.

Popoli slavi, baltici, germaniche, romani, greci, iraniani, popoli indo-ariane armeno.

Altai, coreani e giapponesi, mongoli, così come rappresentanti della nazione turca e Tungus. Le nazioni del Caucaso del Nord e residenti abkhazo-Adighei. Daghestani, ceceni, ingusci, avari, lizginy, Kabardino, Adighei, abkhazi e circassi. E molti altri piccoli gruppi etnici e tutti loro RUSSI.

Ringrazio alle:

  • nostre conduttrice - Ekaterina Kornilkova, Anna Tumanova,
  • nostri organizzatori: Consolato Onorario della Federazione Russa a Napoli,Svetlana Nesterenko, Antonio Valentino, associazioni "Belarus", "Parus".

La presenza :

  • dell Console Onorario della Federazione Russa in Napoli Vincenco Schiavo,
  • console Generale della Repubblica Bolivariana di Venezuela in Napoli Amarilys Gutierrez Graffe,
  • consigliere comunale Arnaldo Maurino;

Partecipanti dell concerto: Iryna Romanova, Marina Napoli, Tatiana Pumpuleva,Galina Sanarova, Natalia Pankova,Suria Sibgatulina, Ivetta Schtenberg,Venera Gindulina ed altri.